Archivio della categoria: notizie

RAMADAN

Nella notte fra domenica 1 maggio e lunedì 2, il ramadan si è concluso e si è dato inizio ai festeggiamenti …… tutti gli abitanti di El Quseir in strada, vestiti a festa, con un vocio e musica talmente rumorosi che ci hanno svegliato alle 5 di mattina! Sono seguiti 3 giorni (o 4?) di festa con negozi chiusi, banche comprese.
Le persone si sono anche recate sulle spiagge, con pic nic, ecc. e tutta la famiglia al seguito.

ARTICOLI DI ARREDAMENTO

Il trono d’oro di Tutankhamon. Questo è il più bello di quelli trovati nella sua tomba. E’ di legno, ricoperto di lamine d’oro e d’argento e impreziosito da turchesi, corniola e intarsi di vetro verniciato.
Bellissimo e molto significativo perchè rappresenta re e regina in atteggiamento affettuoso e in fattezze umane non trasfigurate nella divinità.

ABITUDINI PERICOLOSE 3

Frequentare le strade, soprattutto di notte, è piuttosto pericoloso: le autostrade sono molto buie perchè attraversano per lunghi tratti il deserto e zone montuose, che sono disabitate; ma nelle megalopoli (il Cairo, e Alessandria, per esempio) così come nelle cittadine più piccole (come quelle costiere sul mar rosso) la luce non è molto più rassicurante. Soprattutto in provincia è normale girare contromano, cavalcare una moto almeno in 3 (o 5 se ci sono bambini), e di solito col guidatore al telefono, superare a destra anche in strade strette, guidare a fari spenti, giocare a pallone in mezzo alla strada dove è buio, camminare affiancati anche in cinque o sei…..
Solo i dissuasori di velocità, molto frequenti e mal segnalati, costituiscono una piccola garanzia alla sicurezza di pedoni e mezzi circolanti!

ABITUDINI PERICOLOSE 2

Ad El Quseir, guidare fra il tramonto e le 22 (10 p.m. per qui), richiede una particolare attenzione perchè le imprudenze del giorno si moltiplicano:
1- c’è sempre qualcuno (pedone, carretto, moto, bicicletta, o addirittura auto e autocarri) che viaggia “contromano”;
2- i mezzi motorizzati non usano le luci e quindi, soprattutto nelle zone più buie, è difficile vederli, da qualsiasi parte arrivino;
3- è normale fermarsi a chiacchierare anche in più di un paio, al centro della strada;
4- e del resto, dato i marciapiedi inesistenti o scomodi (stretti, alti, sconnessi, ecc.) i pedoni camminano in mezzo alla strada (e non è un modo di dire), e affiancati anche in 5 o 6;
5- i bambini scorrazzano in ogni senso su biciclette, ovviamente senza fanali, e senza indossare giubbini catarifrangenti;
6- tutti attraversano la strada correndo e senza guardare.