Archivio della categoria: notizie

RICETTA “ORIENTALE”

Israele, Libano, Siria, Giordania e Palestina se lo contendono come piatto nazionale. Ma le falafel si mangiano in tutti i paesi del nordafrica e del medioriente. La versione più accreditata dice che sono originarie dell’Egitto dove sono state inventate dai cristiani copti per sostituire la carne durante il lungo digiuno della quaresima. Sono a base di fave. In sintesi, si tratta di polpettine di fave o ceci o fagioli crudi tritati, speziati, salati e fritti.

MOSCHEA DI MUHAMMAD ALI

La moschea di Muhammad Ali o moschea di alabastro (in arabo مسجد محمد علي‎, in turco Mehmet Ali Paşa Camii) è una moschea situata nella Cittadella del Cairo in Egitto fatta costruire da Muhammad Ali Pasha fra il 1830 ed il 1848 in memoria di Ṭūsūn Pascià, il figlio maggiore morto nel 1816.

MITI19

Alle origini Bastet era una dea-leonessa del culto solare, simboleggiante il calore benefico del sole, adorata per la sua potenza, la sua forza, la sua bellezza e la sua agilità (e come tale fu venerata per la maggior parte della storia egizia), ma col tempo venne sempre più assimilata ai culti lunari e ai gatti.
Il culto di Bastet, e di conseguenza dei gatti, raggiunsero una diffusione tale che il gatto in Egitto era protetto dalla legge. Era vietato fare loro del male o trasferirli al di fuori dei confini del regno dei faraoni. Chi violava tali disposizioni, era passibile di pena di morte.

GIOIELLI 20

Maschera funeraria di Tutankhamon e retro del suo trono. I contemporanei di questo giovane faraone morto prematuramente, hanno cercato di cancellarne la memoria e farlo scomparire dalla storia, ma in realtà è sicuramente il faraone più conosciuto nel mondo ai non addetti. E se la sua tomba, sfuggita anche ai ladri per centinaia d’anni, ha conservato i tesori che possiamo ammirare, chissà cosa doveva esserci nelle tombe dei grandi faraoni!

COME VI PARE……

In Egitto, almeno sul mar Rosso, in provincia, i negozi sono aperti o chiusi a discrezione del proprietario. Solo gli uffici pubblici, le banche, le grandi imprese multinazionali, restano chiusi nei giorni di festa, che si tratti di occasioni religiose o laiche. E anche per quanto riguarda gli orari è lostesso: si può lavorare fino a tardi la sera e non di mattina. O al contrario, soprattutto quando fa molto caldo, di mattina presto e di notte. Pare un’organizzazione caotica, ma in realtà offre l’opportunità per il compratore/utente di trovare sempre quello che cerca in ogni momento.

In Italia è la legge nazionale a stabilire le linee guida per le aperture e le chiusure.

PASQUA COPTA

Domenica 5 maggio si è celebrata la Pasqua copta, dopo un digiuno durato tutta la quaresima (e non solo i venerdì come per i cattolici) e che riguarda tutti gli alimenti di origine animale.
I canti durante la cerimonia sono in lingua antica copta e cantati solo dagli uomini.

SHAM EL NASSIM

Oggi per tutto il popolo egiziano è la festa della primavera che risale ad oltre 4700 anni fa. E’ una festa laica che un tempo era legata all’equinozio, per sancire il passaggio dall’inverno (morte) alla primavera (nascita, vita, fertilità). Ora cade il giorno dopo la pasqua copta. Per certi aspetti somiglia alla pasquetta cristiana/occidentale: il menù tipico comprende le uova col guscio colorato vivacemente e il pic nic vicino al mare o sul Nilo. Tipiche anche processioni e spettacoli.